Domenica, 06 Novembre 2016 12:07

Delle due l’una:o non ha capito niente Il Presidente FIMP Chiamenti o Tutte le altre sigle sindacali .

Scritto da
  • dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
Vota questo articolo
(4 Voti)

Anaao Assomed, Cimo, Aaroi-emac, Fp Cgil medici, Fvm, Fassid, Cisl medici, Fesmed, Anpo, Ascoti, Fials medici, Uil Fpl medici. : Niente risorse per il rinnovo del contratto . FIMP Chiamenti : Grazie Ministro e Governo  per le risorse

 

Leggiamo e riportiamo dalla Redazione DottNet   04/11/2016

"Medici in piazza, sciopero in vista: niente risorse per i contratto

Previsto un sit in a Montecitorio per il 17 novembre. Ipotesi sciopero a fine mese

 Un sit-in nazionale davanti a Montecitorio giovedì 17 novembre e 'Assemblea day' in tutti gli ospedali italiani il giorno seguente, ma "senza escludere la possibilità di uno sciopero nazionale entro la fine del mese". Medici, veterinari e dirigenti sanitari si preparano a scendere in piazza, nelle prossime settimane, contro la Legge di Bilancio. Ad aderire alla mobilitazione sono ben dieci sigle sindacali, ovvero Anaao Assomed, Cimo, Aaroi-emac, Fp Cgil medici, Fvm, Fassid, Cisl medici, Fesmed, Anpo, Ascoti Fials medici, Uil Fpl medici. No ad una ulteriore proroga, di fatto, del blocco contrattuale, no al precariato e no al progressivo peggioramento dei livelli retributivi: questi i principali punti della protesta.

Nell'appello ai colleghi, i sindacati sottolineano "lo scampato pericolo di ulteriori tagli sul fronte del finanziamento di parte corrente del Servizio Sanitario Nazionale per il 2017" ma, spiegano, il Fondo Sanitario a 113 miliardi è ancora al di sotto della media UE. Inoltre, seppure "coerente con il finanziamento dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza e dei farmaci innovativi", non consente "il necessario ricambio generazionale, lo sviluppo delle risorse umane, la valorizzazione del personale".

L'entità delle risorse messe a disposizione del contratti nazionali collettivi di lavoro per il triennio 2016-2018, stigmatizzano, "rimane ancora simbolica, incapace di arrestare l'impoverimento e la dilagante demotivazione professionale e migliorare condizioni di lavoro incompatibili con livelli retributivi inchiodati al 2010".

L'incremento medio mensile, infatti, "rimarrebbe al di sotto dei mitici 80 euro, a regime nel 2018", "insufficienti a valorizzare il merito ed incentivare la produttività e in assenza di qualsiasi defiscalizzazione della produttività o welfare aziendale". La protesta va avanti anche sui social, all'insegna degli hashtag #assuntisbito #precarimaipiu".

A conferma di quanto asserito dalle sigle sindacali , in SISAC ci hanno detto CHIARO e TONTO che il nostro aumento sara' dello 0,4 % , si avete letto bene dello ZERO,quattro % .

Mediamente 24 euro netti al mese .

E La FIMP cosa fa ?

Il Presidente della FIMP Chiamenti nel comunicato stampa ,che vi alleghiamo , si precipita a fare una bella sviolinata al Ministro , guardate cosa scrive “Con le risorse economiche a disposizione  si può ipotizzare uno sviluppo positivo del rinnovo dell'Acn, “ .

Evidentemente a Lui , alla FIMP e ai suoi iscritti che rappresenta , 24 euro  mensili di aumento contrattuale ,  ( meno di 1 caffe’ al giorno ) , dopo oltre 7 anni vanno bene , anzi benissimo .

Bastera’ risolvere nel nuovo contratto  il problema dell’ENPAM , con il solito rigo-furbata e tutto il resto :

Lavorare di piu’ , lavorare peggio , lavorare Gratis ( per meno 1 caffe’ al giorno ),

gli va  bene anzi BENISSIMO,  dall’alto dei suoi quasi certi 300.000 Mila Euro Annui .

Qualcuno direbbe : ma ci e’ o ci fa ?

Noi ci vergogneremmo ……ma no  tanto ……TANTISSIMO

 

E Gli iscritti FIMP  ? ……………………

O dormono o fanno finta di dormire , oppure continuano a credere alla solita "Favola di Biancaneve ed i 7 nani " , come direbbero in molti .

Appare evidente che tutto questo gli sta bene , anzi, BENISSIMO .

 

Letto 1556 volte Ultima modifica il Lunedì, 07 Novembre 2016 13:30
Creato e Gestito da Italian Solution